Ascoltare il corpo o ascoltare al mondo?


Alcune/ni di voi sapete che l'ondata elettromagnetica dei primi di Luglio ci ha toccato fortemente, soprattutto il corpo fisico e psiche, dopo settimane di stravolgimenti emotivi, questo volta si é spostato in forma di fuoco, di forte calore, per fare emergere tossine, impurità e tutto lo stress accumulato negli ultimi tempi con febbre, forte mal di testa, problemi digestivi e nausea ed un sistema nervoso veramente alterato (quasi come l'anno scorso verso la fine di Agosto. lo ricordate?). Abbiamo sentito leggeri momenti di stanchezza che poi con l'arrivo del caldo si sono accentuati a livelli estremi, purtroppo quando questo succede noi non possiamo fermare gli impegni lavorativi e la vita che viviamo, programmi fatti mesi o settimane prima non possono rimandarsi facilmente quando arrivano queste ondate fotoniche. Anche se, onestamente si dovrebbe fare, per il corretto ascolto dei corpi (fisico, mentale, emozionale, psichico) e dei chakra che cominciano a rallentare e partono i blocchi energetici. Oggi mi faccio questa domanda: "come faccio a fermare o rimandare gli impegni prefissati per dare Ascolto e Riposo al mio corpo senza che il mondo mi venga addosso?".

Il 30 Giugno, giornata molto importante al mio avviso!, perché l'Arcangelo Raffaele mi ha fatto sapere la sua forte intensione ad aiutarci per PREVENIRE quello che nelle prossime ore accadrebbe, senza sapere esattamente il perché? ho organizzato il "Cerchio di Guarigione" a Cassano d'Adda e a distanza con gli amici/che di Latinoamerica e alcuni in USA (in spagnolo) ed altre amiche in diverse parti d'Italia. Sebbene tornavo da fare un trattamento bellissimo per una "forte sciamana" sapevo che mi cominciavano a mancare le forze ma lo stesso dovevo arrivare alla meditazione della sera, ma curiosamente nel frattempo tutto mi ha rallentato sull'autostrada, tre incidenti forti e tanto traffico, ma lo stesso ho corso per arrivare in tempo (il rallentamento e gli incidenti sono un chiaro Segnale Divino che dobbiamo sempre ascoltare). Dopo quella esperienza meravigliosa, senza forze torno a mezzanotte a casa a continuare i preparativi per il viaggio a Roma con i suoceri, viaggio programmato solo per loro, ma che onestamente non avevo energie ne salute per fare, lo stesso siamo partiti alle sette del mattino, con tutto quello che mi rimaneva tanto nel fisico come nel cervello di lucidità abbiamo fatto quattro giorni insieme, belli come esperienza ma i 36 gradi di Roma a piedi visitando la mia seconda casa, non ha avuto effetti positivi ancora sulla mia salute. Il mio corpo continuava a gridare "FERMATI", ma la pressione di casa e tutto l'intorno mi impediva farlo ed é subentrata una delle mie Ombre, lo 0, l'Archetipo dell'Angelo caduto, (secondo la numerologia archetipica di G. Rossetti) colui che assorbe tutto anche il negativo, non riesce a dire di no e non ha confini, dimenticandosi completamente di se stesso per seguire gli altri. Stato confusionale in pieno, sapevo che stava per accadere qualcosa di non bello per il mio corpo fisico ed ecco che prendo velocemente la decisione di cercare isolamento e Pace (anni fa ho sentito lo stesso grido disperato del mio corpo e dopo pochi giorni é scoppiata la appendice), ma se come, adesso riconosco perfettamente quel messaggio, non voglio rischiare perché é un chiaro SEGNALE DIVINO DI RITIRO, sono andata via e in 8 ore di meditazione e silenzio interiore poco a poco sono rientrata nel mio equilibrio, anche se il sistema immunitario era già indebolito e ho avuto lo stesso la febbre ed altri sintomi influenzali.

Penserete allora si é fermata!, invece avevo altri impegni di lavoro perche eravamo nel pieno del PORTALE DEL LEONE 7 del 7 dell'anno 7, un'altra ondata di risveglio per tanti altri sulla Terra, e ho fatto trattamenti energetici ancora per altri tre giorni, aiutandomi dalle docce fredde e l'aiuto di Michele e Raffaele, c'è l'ho fatta ...! "quando si fa un lavoro di servizio collegata alla Fonte Divina, non ci sono dolori fisici, anzi, l'energia guaritrice che arriva al paziente, arriva anche a me, perciò tutto é Luce in quel momento e potrei lavorare ore e ore" ...

Se di qualche modo questo racconto e riflessione ti può aiutare a FERMARTI IN TEMPO, "manda tutto per aria", quando il tuo corpo ti chiede aiuto immediato, SEI TU L'UNICA COSA IMPORTANTE IN QUESTO MOMENTO E SEMPRE.

Adesso dopo due giorni di rallentamento e quasi riposo, comincia a tornarmi la lucidità, la serenità e la pace interiore, e lentamente si riparte. Nuovamente mi chiedo: "forse sarebbe stato meglio fermarmi il 30 Giugno quando mi avevano avvertito le mie Guida di Luce, anche se andavo contro il resto del mondo".

#fermaretutto

4 visualizzazioni

Disegno Arch. Monica H. Villa Bernal 2020